LINFOMA A CELLULE MANTELLARI (MCL)

Linfoma a Cellule Mantellari: Dopo la diagnosi si inizia sempre e subito un trattamento?

Circa il 10-15% dei pazienti affetti da linfoma a cellule del mantello ha una malattia così detta “indolente”, che rimane confinata al midollo osseo e al sangue periferico e il medico si accorge che il paziente è malato non per l’ingrossamento delle ghiandole o dei linfonodi, ma perché ha valori del sangue alterati. Quando la malattia è confinata al sangue e il paziente è stabile, è raccomandato un atteggiamento di vigile attesa nel quale la terapia non si inizia immediatamente. Questo atteggiamento non rappresenta tuttavia la normalità e va discusso con il proprio ematologo di fiducia.

Risponde il Dr. Carlo Visco